Richiedi una consulenza gratuita presso la tua azienda

L’analisi degli scostamenti è uno dei processi determinanti nel contesto del controllo di gestione di un’azienda. Si tratta dell’attività di verifica dei dati di un bilancio consuntivo, del confronto con le cifre preventivate in fase di budget. La definizione è quindi molto semplice. L’analisi degli scostamenti non è altro che il confronto tra i risultati ottenuti da un’impresa e gli obiettivi che il management si era prefissato. Questo confronto può avvenire a diversi livelli e riguardare il budget annuale o piani a sostegno di specifiche decisioni di investimento.

Analisi degli scostamenti: a cosa serve e perché è importante

L’analisi degli scostamenti in azienda assume un ruolo fondamentale perché consente di individuare in maniera dettagliata dei cambiamenti di rotta rispetto a quanto la direzione di un reparto o dell’intera impresa aveva previsto e programmato. Il processo di analisi degli scostamenti è dunque uno strumento prezioso a disposizione dei manager per adeguare il loro piano d’azione e migliorare le loro scelte.

Ovviamente non sempre gli scostamenti sono negativi. L’effetto delle deviazioni può anche rivelarsi positivo o nullo. Nella prima ipotesi il management deve intervenire per correggere errori per non compromettere il raggiungimento dell’obiettivo. Nella seconda e terza ipotesi invece l’azienda riceve la conferma della bontà del proprio piano e anzi, se lo scostamento è positivo, può anche accelerare programma di sviluppo e investimenti. Ma come va affrontata l’analisi?

Analisi degli scostamenti: come funziona

L’analisi degli scostamenti, che è un’attività ciclica, prevede un confronto dettagliato di tutte le voci che erano state preventivate con la definizione del budget, evidenziando le differenze con il bilancio consuntivo, positive o negative, che devono essere analizzate dal management. Un report di sintesi mette in evidenza in diverse tabelle i risultati del consuntivo e i valori assoluti e relativi (una percentuale) di variazione rispetto all’obiettivo iniziale.

Le fasi sono sostanzialmente quattro. Si inizia con il confronto tra i principali dati di budget e di consuntivo allo scopo di individuare lo scostamento. In un secondo momento c’è una scomposizione dello scostamento generale in scostamenti minori secondari. Poi si passa alla ricerca delle cause degli scostamenti e alla ricerca di rimedi e provvedimenti correttivi.

L’analisi degli scostamenti non può riguardare solo i costi di un’attività ma anche efficienza e volumi. Uno scostamento di efficienza mette in evidenza una variazione del rendimento rispetto a quanto inizialmente pianificato. Gli scostamenti di prezzo riguardano variazioni causate dalla vendita o dall’acquisto di beni o servizi a prezzi differenti da quelli pianificati. Gli scostamenti di volume infine riguardano la differenza tra volumi tra attività programmate e ottenute.

L’importanza del supporto informatico

Come in tutte le attività di reporting aziendale, anche per l’analisi degli scostamenti il supporto informatico è fondamentale. È necessario servirsi di un adeguato software di controllo di gestione e in particolare di performance management. La soluzione sviluppata da Dialog Sistemi fornisce un supporto completo e personalizzabile sia per analisti e controller che per i manager. Il software di Dialog supportano le imprese dal processo di identificazione e definizione degli obiettivi alla raccolta e controllo dei dati consuntivi, fino all’attivazione di manovre correttive per il miglioramento delle performance.

Iscriviti alla nostra newsletter